Salta al contenuto
Rss




Lo Scrivia

Il torrente Scrivia nasce nell'Appennino Ligure, presso Torriglia in provincia di Genova, alle pendici del monte Prelà, (1416 m. s.l.m.), confluendo nel Po, poco a monte di Voghera, dopo avere raccolto le acque dei suoi affluenti tra i quali lo Spinti, il Borbera, l'Ossona e il Grue.
Mentre il suo primo tratto è caratterizzato da un paesaggio tipicamente collinare, da una valle fluviale molto stretta e scoscesa, avvicinandosi alla pianura il corso d'acqua è libero di disegnare ampi meandri sui suoi stessi depositi fluviali.
La quasi totalità della zona di pianura, risulta fortemente antropizzata; una certa monotonia caratterizza questo paesaggio.
La pur limitata copertura vegetale spontanea relegata all'alveo del corso d'acqua principale e ai residui lembi di bosco planiziale, comprende, in limitate aree, specie interessanti.
Dal punto di vista naturalistico l'area golenale di maggiore interesse è quella situata nei comuni, confinanti di Tortona e di Castelnuovo Scrivia (AL); il greto del torrente Scrivia è tuttavia uno tra i migliori esempi, per stato di naturalità ed estensione territoriale, di habitat fluviale conservatosi in Piemonte.
L'area golenale del torrente Scrivia può essere a grandi linee suddivisa in fasce:

  • il greto, caratterizzato da essenze erbacee pioniere che germinano, crescono, fioriscono e si disseminano in tempi brevi, sopravvivendo ad improvvise ed occasionali piene primaverili ed autunnali.
  • Gli incolti aridi e gli arbusti le cui specie più significative sono rappresentate dalle orchidee tra cui spiccano per le loro forme caratteristiche i generi Ophrys e alcune specie di Orchis (Purpurea, Tridentata e Morio) che fioriscono durante il mese di maggio con infiorescenze di diversi colori che spaziano dal purpereo al rosa al giallo.
  • I boschi golenali occasionalmente interessati da piene, dove il substrato è prevalentemente ciottoloso ed arido, sono presenti arbusti ed alberelli di Pioppi e Ontani, oltre alle prime formazioni semilegnose costituite da colonie di Salici (Salix viminalis, Salix alba) spesso circondati da suffruttici: Biancospino (Crataegus monogyna), Rosa selvatica (Rosa canina), Sanguinello (Cornus sanguinea).
Nel sottobosco spiccano in primavera abbondanti fioriture bianche di campanellino, di primule gialle e di notevole importanza è la presenza di una specie rara ed endemica rappresentata dalla Scilla italica, intensamente colorata di azzurro.





Inizio Pagina Comune di VILLALVERNIA (AL) - Sito Ufficiale
Via Roma n.12 - 15050 VILLALVERNIA (AL) - Italy
Tel. (+39)0131.83152 - Fax (+39)0131.83509
Codice Fiscale: 00397670068 - Partita IVA: 00397670068
EMail: info@comune.villalvernia.al.it
Posta Elettronica Certificata: villalvernia@pcert.it
Web: http://www.comune.villalvernia.al.it


|